image

Relax Matera

Pacchetto offerta per 5 gioni e 4 notti dal Lunedì al Venerdì o da Domenica a Giovedì a Matera valido fino al 31 Dicembre 2018

1^ giornata

Arrivo in giornata a Matera e sistemazione in B&B *** visita libera agli Ipogei di Matera sotterranea e tour Esperienziale sul Pane di Matera, cena libera.

2^ giornata - Matera, Visita ai Sassi e Cripta del Peccato Originale

Colazione in B&B e, a seguire visita guidata a piedi in Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, Città dei Sassi e Patrimonio Mondiale dell’Umanità, con degustazione di prodotti tipici locali presso Agenzia Viaggi.

Itinerario Visita Guidata – Durata: 2h 15′ circa Incontro con la guida.
Piazza Pascoli: la bellissima piazza centrale di Matera, una finestra su un panorama strabiliante. – Attraversando Via Domenico Ridola, strada dedicata al senatore Domenico Ridola, fondatore del Museo Archeologico Nazionale “Domenico Ridola”.
Chiesa di San Francesco d’Assisi: la seconda per bellezza e importanza dopo la Cattedrale di Matera, chiesa di primo impatto in stile barocco-leccese edificata su un’antica cripta ipogea, la prima costruzione risale al 1200.
Piazza del Sedile: antico centro politico e amministrativo della città dominata dal Palazzo del Sedile.
Via Duomo: principale strada di accesso alla Civita , sperone più alto che divide i due Sassi, delimitata dalle due antiche porte d’ingresso Porta di Juso e Porta di Suso.
Cattedrale di S. Maria della Bruna e di Sant’Eustachio: la cattedrale della Madonna della Bruna e di Sant’Eustachio è il luogo di culto cattolico principale di Matera, Chiesa Madre dell’Arcidiocesi, costruita in stile romanico pugliese nel XIII secolo, sorge sul punto più alto e antico della città, denominato “Civita”.
– Chiese rupestri: chiese scavate nella roccia e le loro pareti sono abbellite da affreschi di pregevole fattura.
– Porta Pistola: piazza dalla quale si gode di un affaccio sulla Gravina di Matera per cui si potrà comprendere l’aspetto geologico del nostro territorio e set principale della più recente pellicola di Mel Gibson, “The Passion” (2004).
Chiesa di San Pietro Caveoso: eretta tra la fine del XIII secolo e l’inizio del XIV secolo. La chiesa si affaccia sull’omonima piazza, che offre una vista molto suggestiva dei Sassi di Matera, Patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO.
Casa Grotta: tipica abitazione della civiltà contadina materana esattamente arredata nello stile d’epoca in cui era abitata, per meglio comprendere gli usi e i costumi dei nostri antenati.
Cimitero barbarico-longobardo: un’ antica necropoli ubicata nel cuore del Sasso Caveoso, sovrastante l’ex complesso monastico dove è presente la necropoli detta “Cimitero barbarico” che deve aver molto colpito Carlo Levi, tanto da fargli scrivere nel suo libro-denuncia sulle pessime condizioni di vita a Matera negli anni ’40 che “I morti stanno sopra i vivi”.
Sosta illustrativa c/o Artigianato locale: nella bottega caratteristica, nel cuore dei Sassi di Matera, sarà possibile osservare dei maestri artigiani che producono le loro opere e hanno un piccolo museo della civiltà contadina.
Pranzo presso ristorante tipico locale della Città dei Sassi;
Nel pomeriggio Visita guidata alla Cripta del Peccato Originale, una cavità naturale a strapiombo sulla Gravina di Picciano. Questo eccezionale oratorio rupestre rappresenta una delle più antiche testimonianze dell’arte rupestre del Mezzogiorno d’Italia. Il suo straordinario ciclo di affreschi, realizzato cinquecento anni prima di Giotto, evidenzia i caratteri tipici dell’arte benedettino-beneventana riassunta stilisticamente dalla temperie culturale longobarda (secc. VIII-IX). Per il valore teologico e artistico del compendio pittorico la chiesa-grotta è stata definita la Cappella Sistina della pittura parietale rupestre.

A seguire relax in SPA nei Sassi di Matera.
Cena in un ristorante tipico locale di Matera e pernottamento.

3^ giornata - Matera, Parco Murgia Materana

Colazione e visita guidata al Parco Regionale delle Chiese Rupestri, (Parco Murgia – Belvedere);
– Visita di tre chiese rupestri: – San Falcione XVIII-IX Sec d.C., con tombe, cisterne, affreschi di stile bizantino;
– San Vito e il ”santo sepolcro ” di Pasolini;
– Madonna delle Tre Porte e gli affreschi trafugati negli anni ‘60 dal professore universitario tedesco.

Al termine dell’escursione ritorno al punto di partenza e degustazione di prodotti tipici.

Il Parco archeologico storico-naturale delle Chiese rupestri del Materano, chiamato anche Parco della Murgia Materana, è un parco regionale della Basilicata. Dal 2007 la definizione Sassi di Matera nella lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO è stata ampliata comprendendo I Sassi ed il Parco delle Chiese rupestri di Matera. Il parco, che sorge tra i comuni di Matera e Montescaglioso in Basilicata, a pochi chilometri di distanza dal confine con la Puglia, è caratterizzato da una roccia tenera, detta “calcarenite“, che ha svolto un ruolo essenziale nelle forme assunte dal paesaggio, disegnando rupi, valloni e grotte utilizzate dall’uomo che vi si è insediato sin dalla preistoria. Nel Parco della Murgia esistono ben 150 chiese rupestri, diverse tra loro per architettura ed iconografia, realizzate per lo più nell’alto medioevo. Ciò che sorprende è che nonostante siano nate come luoghi di culto, nel corso del tempo le chiese sono state utilizzate anche come abitazioni o luoghi di ricovero per gli animali. Anche queste chiese rappresentano oggi un’importante testimonianza della presenza umana, relativa in particolare a monaci benedettini, longobardi e bizantini. L’altopiano della Murgia funge da quinta naturale a tale scenario, con le numerose Chiese Rupestri sparse lungo i pendii delle gravine, protette dall’Istituzione del Parco archeologico storico-naturale delle Chiese Rupestri del Materano, detto anche Parco della Murgia Materana. Il Parco si presenta molto affascinante, inciso dalle gravine, con zone coltivate e qualche sopravvivenza della macchia mediterranea. Vi sono infine masserie anche fortificate, jazzi ed affascinanti percorsi incisi nella roccia per la raccolta dell’acqua in cisterne, abbeveratoi e pozzi, testimonianze del secolare sviluppo agropastorale. Camminerete su un paleosuolo preistorico, ricco di fossili e angoli suggestivi che vi faranno viaggiare nel tempo e nello spazio.

Pranzo presso ristorante tipico locale della Città dei Sassi

Nel pomeriggio visita libera ai Musei della Città di Matera:
- Il Museo Archeologico Nazionale Domenico Ridola di Matera è il più antico museo della Basilicata. Istituito il 9 febbraio 1911 per volontà del senatore e medico Domenico Ridola, che donò allo Stato le sue importanti collezioni archeologiche frutto di anni di ricerca e di scavi, presenta le numerose testimonianze rinvenute nel territorio della provincia materana e delle Murge. Il Museo è ospitato nei locali del seicentesco convento di Santa Chiara e raccoglie materiali dall’epoca preistorica fino al III secolo a.C.,
- Il Museo nazionale d’arte medievale e moderna della Basilicata è un museo ubicato nella città di Matera, all’interno di Palazzo Lanfranchi. Dal dicembre 2014 il museo è in gestione al Polo museale della Basilicata.
- Il MUSMA (Museo della scultura contemporanea Matera) è un museo italiano situato a Matera e dedicato alla scultura. È stato inaugurato nel 2006 ed ha sede nel Palazzo Pomarici, sulla parte più alta del rione dei Sassi. Ospita circa 270 opere di 200 artisti diversi, tra i quali spiccano Giorgio De Chirico, Arnaldo Pomodoro, Giacomo Manzù e Pablo Picasso, Casa Noha, è situata sulla sommità della Civita, la parte più antica dei Sassi di Matera, ed un tempo era l’abitazione della famiglia de Noha (chiamata anche de Noya o di Noia), una delle nobili famiglie estinte di Matera. A partire dal XV secolo i nobili materani trovarono nella Civita il luogo adatto per la costruzione delle proprie residenze.
Da piazza del Sedile, salendo per piazza Duomo e seguendo le varie diramazioni via San Potito, via Muro, Recinto San Nicola, è un continuo alternarsi dei palazzi appartenuti alle famiglie nobili del tempo: Malvinni Malvezzi, Gattini, Venusio (attuale Viceconte) ed altre ancora.
La Casa di Ortega non è una semplice dimora longobarda, essa è la culla di un progetto culturale, inaugurato il 28 settembre 2014, volto a valorizzare oltre che la presenza del famoso artista spagnolo Josè Ortega nella città di Matera, anche la tradizione artigiana locale. L’abitazione di Ortega, nel Sasso Barisano, in seguito al recupero è stata adibita a spazio museale ed area per la creazione, esposizione e promozione dei manufatti artigianali di pregio; in sintesi, questo luogo è divenuto Museo delle Arti Applicate, e infine alla Bellissima Cattedrale della Madonna della Bruna e di Sant’Eustachio è il luogo di culto cattolico principale di Matera, Chiesa Madre dell’Arcidiocesi di Matera-Irsina. La cattedrale fu costruita in stile romanico pugliese nel XIII secolo sullo sperone più alto della Civita che divide i due Sassi.

In alternativa relax in SPA in Città o pomeriggio giro in QUAD.
Cena presso un ristorante tipico della Città di Matera e pernottamento.

4^ giornata - Aliano

Colazione e visita guidata per l’intera giornata al Comune di Aliano (Mt) di 971 abitanti della provincia di Matera.
È noto per essere stato il luogo in cui trascorse parte del suo periodo di confino lo scrittore Carlo Levi che ivi si fece seppellire. Aliano è inoltre affiliato all’Associazione Nazionale Città dell’Olio ed il suo territorio circostante è caratterizzato dal tipico paesaggio dei calanchi. Il nome del borgo deriva dal latino Praedium Allianum, cioè podere di Allius, gentilizio romano.
Data la vicinanza ai fiumi Agri e Sinni, sin dall’antichità fu centro importante di scambi tra la civiltà greca, etrusca ed enotria, come testimoniato dalla scoperta di una necropoli risalente ad un periodo compreso tra il VII ed il VI secolo a.C., contenente più di mille tombe e numerosi reperti. Tali reperti sono ora custoditi nel Museo della Siritide di Policoro. Alcune fonti parlano di un borgo di pastori esistente e già sviluppato ai tempi di Pirro, nel 280 a.C. Tuttavia i primi testi in cui viene ufficialmente citato Aliano sono datati al 1060, anno in cui risale una bolla papale che attribuiva al vescovo di Tricarico l’amministrazione del borgo. Nell’VIII secolo le diverse grotte scavate nelle rocce sedimentarie di origine alluvionale ubicate nella zona di fosso San Lorenzo, già abitate in età preistorica, ospitarono numerosi monaci basiliani sfuggiti alle persecuzioni iconoclaste in Oriente. In epoca medioevale Aliano fu feudo di diverse famiglie, tra cui i Sanseverino, i Carafa ed i Colonna.

Carlo Levi

Nella storia recente di questo piccolo centro non si può non ricordare lo scrittore Carlo Levi che qui ambientò il libro Cristo si è fermato a Eboli (1945). Levi durante il regime fascista, negli anni 1935-36 fu condannato al confino in Lucania a causa della sua attività antifascista e trascorse un lungo periodo in Basilicata, prima a Grassano e successivamente ad Aliano (che nel libro viene chiamata Gagliano, imitando la pronuncia locale), dove ebbe modo di conoscere la realtà di quelle terre e della sua gente.
Lo scrittore nelle sue ultime volontà espresse quella di essere seppellito ad Aliano "tra i suoi contadini". Nel paese sono ancora intatti tutti i luoghi descritti nel romanzo e nei vicoli sono impresse alcune frasi simbolo del libro. Levi ebbe qui l’occasione di scoprire un’altra Italia che era, appunto, quella contadina del Mezzogiorno.

Pranzo e Cena in un ristorante tipico locale e rientro a Matera per pernottamento.

5^ giornata - Matera partenza

Colazione in B&B, Visita libera alla città e partenze
OFFERTA

Tassa di soggiorno offerta dagli albergatori.

ALTA STAGIONE
Dal 6/12/2018 al 6/01/2019, NON DISPONIBILI LE DATE: 29, 30, 31/12/2018 e 1/01/2019
Il costo totale del pacchetto per n. 2 persone è di € 1.240,00 a coppia comprensivi di:
  • Soggiorno con prima colazione
  • Pranzo e Cena nei locali tipici
  • Spa
  • Quad
  • Visite guidata di Matera- Parco della Murgia Materana e Cripta del Peccato originale (inclusi trasferimenti)
  • Tour fuori porta Aliano (include trasferimento, pranzo e cena)
  • Tassa di Soggiorno
Sono incluse commissioni di servizio agenzia

Possono essere non compresi su richiesta i seguenti servizi:
- Pranzo e cena
- Tour in Quad o/e Spa
- Trasferimento Aliano

BASSA STAGIONE
Dal 21/10/2018 al 6/12/2018 il costo totale del pacchetto per n. 2 persone è di € 920,00 a coppia comprensivi di:
  • Soggiorno con prima colazione
  • Pranzo e Cena nei locali tipici
  • Spa
  • Quad
  • Visite guidata di Matera- Parco della Murgia Materana e Cripta del Peccato originale (inclusi trasferimenti)
  • Tour fuori porta Aliano (include trasferimento, pranzo e cena)
  • Tassa di Soggiorno (pari a 12,00 €)
Sono incluse commissioni di servizio agenzia

Possono essere non compresi su richiesta i seguenti servizi:
- Pranzo e cena
- Tour in Quad o/e Spa
- Trasferimento Aliano

Non sono compresi all’interno del pacchetto e acquistabili presso agenzia o strutture:

• Visita interna Cattedrale per persona 2,00 €
• Visita Museo MUSMA per persona 5,00 €
• Visita Museo Palazzo Lanfranchi per persona 3,00 €
• Visita Museo Casa Noha per persona 6,00 €
• Visita Museo La Casa di Ortega a perosna 5,00 €
• Visita Museo Nazionale D. Ridola a persona 2,50 €
• Visita al Palombaro Lungo a persona 3,00 €
• Visita a Matera Sotteranea a persona 5,00 €
flag Home×